A cospetto delle 13 cime

Il rifugio Ghiacciaio dei Forni può costituire un punto di partenza perfetto per diverse ascensioni.

Monte Confinale 4h – mt. 3370
Un’ascensione accessibile a tutti facilmente percorribile prendendo le indicazioni subito presso il rifugio Forni seguendo le indicazioni per il lago della Manzina.

 

Cime dei Forni 3h – mt. 3233
Costituiscono la lunga cresta che si trova fra il passo Zebrù e la cima della Manzina; sono quattro cime facilmente raggiungibili.

 

Cima Manzina 4h – mt. 3318
Fra il Confinale e la cima Forni, ascensione varia ed interessante, ottimo terreno sciistico, difficoltà media

 

Pizzo Tresero 4h – mt. 3594
Dal rifugio Forni in prossimità della diga si passa sulla sinistra orografica si prosegue sino a raggiungere il ghiacciaio a destra, potendo raggiungere prima la cima S.Giacomo e poi il Pizzo Tesero.

 

Cima S.Giacomo 3h – mt. 3281
Montagna di facile accesso con ottime discese sci alpinistiche, è antecedente al pizzo Tresero.

 

Punta S.Matteo 4h – mt. 3678
Partendo dalla presa d’acqua ai Forni rimanendo sulla destra della vallata si raggiunge il ghiacciaio a 2500 m. per poi puntare alla cima

 

Cime di Peio 4h – mt.3549
In direzione per la cima S.Matteo

 

Monte Vioz 5h.- mt. 3645
Montagna massiccia, dominante quale pilastro d’angolo tutta la val di Pejo.

 

Palon de la Mare 5h – mt. 3708
Dal rifugio Forni raggiunto il ghiacciaio in direzione nord – est si entra nella conca sottostante la vetta.

 

Monte Pasquale 4h – mt. 3553
Passando attraverso la Val di Rosole, oppure attraverso la val Cedec.

Alpinismo nel gruppo Ortles Cevedale.

Hai solo l'imbarazzo della scelta. Tante le proposte di ascensioni e traversate ad alta quota nel parco nazionale dello Stelvio.
Alpinismo e le grandi cime | Forni2000