Cima delle pale rosse

SCI ALPINISMO

Alla scoperta della cima delle pale rosse.

Una salita con pendenze costanti e mai eccessive, che conducono a un ambiente glaciale di grande fascino.
Percorso lungo lo stupendo valico che collega la Val Cedec con la vedretta della Valle delle Miniere e con la Val Zebru’. La salita ha pendenze costanti e mai eccessive, che conducono a un ambiente glaciale di grande fascino. Da qui si può salire la Cima Settentrionale delle Pale Rosse (mt.3.417), lasciando gli sci sul valico. L’ultimo tratto della salita si svolge sulla Vedretta del Gran Zebrù: benché si tratti di un ghiacciaio tranquillo si raccomanda l’attrezzatura da scialpinismo (sci, pelli di foca, ramponi e piccozza), soprattutto per chi volesse dedicarsi a qualche divertente discesa lungo i pendii presenti.

Difficoltà: MSA – medio sciatore alpinista. BSA – buono sciatore alpinista scendendo dalla Vedretta della Miniera

Periodo: dai primi di marzo a metà maggio

Quota di partenza: 2178 rifugio Forni

Quota di arrivo: 3419 m

Dislivello: 1241 m – se si effettua la discesa dalla Vedretta della Miniera e la risalita al Passo Zebrù nord + 351 m – 1592 m, al Passo Zebrù sud + 362 m – 1603 m

Esposizione: S-SE-N

Punto di appoggio: Rifugio Forni raggiungibile da S.Caterina Valfurva lungo la strada che sale in Val dei Forni apertura i primi di marzo

Tempo di salita: 2,30/3,30 h a seconda delle condizioni nivometeorologiche e dell’allenamento.

Cartografia: Kompass 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:50 000 – Tabacco 08 Ortles-Cevedale 1:25.000

Da consultare: Bollettino Neve & Valanghe di ARPA Lombardia – www.arpalombardia.it/meteo – 8488.37077 – Bollettini nivometeorologici AINEVA – www.aineva.it – 0461.230030

Materiale: base da scialpinismo + ARTVA (Apparecchio di Ricerca Travolti in Valanga), pala e sonda.
E’ da ricordare che gli itinerari si svolgono in parte su ghiacciaio o su terreno impegnativo, quindi è consigliabile ed importante avere tutto il materiale alpinistico per la progressione e l’autosoccorso.

Itinerario classico: Dal Rifugio Forni seguire la comoda mulattiera che inizialmente sale per due ripidi tornanti

Cima delle pale rosse | Forni2000