SCI ALPINISMO

Il re dell'Ortles Cevedale vi aspetta.
Gran Zebrù 3851mt.

Nota anche come “la più bella muraglia di ghiaccio delle Alpi”, è il secondo punto più elevato del gruppo Ortles Cevedale.
Nota anche come “la più bella muraglia di ghiaccio delle Alpi”, è il secondo punto più elevato del gruppo Ortles Cevedale.Non a caso chiamata in tedesco la “Cima del Re”, il Gran Zebrú s’innalza nel cielo con un imponente ghiacciaio, meta ambita per chi pratica scialpinismo e per gli esperti di arrampicata che sono alla ricerca di avventure emozionanti e panorami mozzafiato. Attenzione a non sottovalutare il percorso, in quanto tutti i percorsi passano per i ghiacciai e quindi l’uso di ramponi e corde (insieme a sci e pelli di foca, in caso di discese) è necessario!

Difficoltà: OSA+ ottimo sciatore alpinista, MSA medio sciatore alpinista se si lasciano gli sci sotto al canalino sud.

Periodo: dai primi di marzo a metà maggio

Quota di partenza: 2178 rifugio Forni

Quota di arrivo: 3851 m

Dislivello: 1673 m – dislivello di discesa impegnativa 600 m

Esposizione: S-SE-E

Punto di appoggio: Rifugio Forni raggiungibile da S.Caterina Valfurva lungo la strada che sale in Val dei Forni apertura i primi di marzo

Tempo di salita: 3/5 h a seconda delle condizioni nivometeorologiche e dell’allenamento.

Cartografia: Kompass 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:50 000 – Tabacco 08 Ortles-Cevedale 1:25.000

Da consultare: Bollettino Neve & Valanghe di ARPA Lombardia – www.arpalombardia.it/meteo – 8488.37077 – Bollettini nivometeorologici AINEVA – www.aineva.it – 0461.230030

Materiale: base da scialpinismo + ARTVA (Apparecchio di Ricerca Travolti in Valanga), pala e sonda. E’ da ricordare che gli itinerari si svolgono in parte su ghiacciaio o su terreno impegnativo, quindi è consigliabile ed importante avere tutto il materiale alpinistico per la progressione e l’autosoccorso.

Gran Zebrù | Forni2000