Sci alpinismo Pizzo Tresero

SCI ALPINISMO

Vetta elegante e piramidale, ammantata da enormi ghiacciai che dominano l’orizzonte con un profilo inconfondibile.

Il Pizzo Tresero è una meta irrinunciabile per il magnifico panorama che offre sul gruppo dell´Ortles-Cevedale ma anche per la sua vocazione alpinistica (qui è nato Achille Compagnoni, conquistatore del K2).
A seconda della direzione che si prende, il Pizzo Tresero è la prima o l’ultima vetta che si incontra lungo la celebre traversata “delle 13 cime”, caratterizzata da un succedersi di creste a quote superiori a 3300 mt. Ricca di ambienti glaciali lungo tutti i versanti, si tratta di una meta amata per lo scialpinismo, con particolare predilezione per il versante orientale. Una volta arrivati in cima, basta sostituire le pelli di foca con gli sci e scegliere tra una delle entusiasmanti discese disponibili per tornare verso il Rifugio Forni.

Difficoltà: MSA – medio sciatore alpinista. BSA – buono sciatore alpinista scendendo dalla Vedretta della Miniera

Periodo: dai primi di marzo a metà maggio

Quota di partenza: 2178 rifugio Forni

Quota di arrivo: 3419 m

Dislivello: 1241 m – se si effettua la discesa dalla Vedretta della Miniera e la risalita al Passo Zebrù nord + 351 m – 1592 m, al Passo Zebrù sud + 362 m – 1603 m

Esposizione: S-SE-N

Punto di appoggio: Rifugio Forni raggiungibile da S.Caterina Valfurva lungo la strada che sale in Val dei Forni apertura i primi di marzo

Tempo di salita: 2,30/3,30 h a seconda delle condizioni nivometeorologiche e dell’allenamento.

Cartografia: Kompass 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:50 000 – Tabacco 08 Ortles-Cevedale 1:25.000

Da consultare: Bollettino Neve & Valanghe di ARPA Lombardia – www.arpalombardia.it/meteo – 8488.37077 – Bollettini nivometeorologici AINEVA – www.aineva.it – 0461.230030

Materiale: base da scialpinismo + ARTVA (Apparecchio di Ricerca Travolti in Valanga), pala e sonda.
E’ da ricordare che gli itinerari si svolgono in parte su ghiacciaio o su terreno impegnativo, quindi è consigliabile ed importante avere tutto il materiale alpinistico per la progressione e l’autosoccorso.

Itinerario classico: Dal Rifugio Forni seguire la comoda mulattiera che inizialmente sale per due ripidi tornanti

Sci alpinismo Pizzo Tresero | Forni2000